"...istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo. È aperto al pubblico e compie ricerche che riguardano le testimonianze materiali e immateriali dell'umanità e del suo ambiente; le acquisisce, le conserva, le comunica e, soprattutto, le espone a fini di studio, educazione e diletto..."
dal Museo diffuso
al Museo partecipato
Un sistema museale composto da varie esposizioni sul territorio pisano in sedi di tipo museale ma anche scuole, aziende agricole, agriturismo, dimore storiche, luoghi significativi, con lo scopo di  evidenziare il lavoro degli uomini e la relazione col territorio, dando quindi valore al cibo.
Questo Museo racconta il lavoro, la terra, la fatica e la vita dall'Ottocento al Novecento nelle nostre campagne.
L'esposizione degli attrezzi è suddivisi in aree tematiche, e narrata da foto,  cartelloni, documenti e multimedia che ne raccontano l'uso e la storia dei contadini di queste campagne.
La rete dei punti espositivi ha fulcro nel piccolo Museo di Rigoli. Questa esposizione consente di formarsi un'idea dei lavori praticati nel suolo, delle culture, dei prodotti della terra, della pastorizia, degli usi, delle  abitudini e consuetudini dei contadini, dello sviluppo e del progresso agrario, e della natura del suolo.

Il Piccolo Museo di Rigoli

Radico a scuola

Il progetto RADICO continua a scuola, dove alcuni pezzi, "adottati" e custoditi dai ragazzi, saranno lo stimolo per realizzare alcune lezioni di storia  rurale.
Dall'orto all'allestimento di un punto espositivo con oggetti della storia rurale della nostra campagna, ai racconti ed alle lezioni sul cibo e la sua cultura. Con il coinvolgimento dei bisnonni per condividere la memoria contadina, e "rinforzare" la raccolta.

Il Museo dei Pescatori
di Bocca di Serchio
e del Lago di Maciuccoli

Il nuovo Museo racconta il rapporto tra gli uomini che hanno fatto la pesca del territorio compreso tra queste acque ed il territorio che li ha nutriti. Fino agli anni '60 dello scorso secolo hanno trovato nella pesca un mestiere importante, antico e sufficente alla economia del territorio, tra i più belli della Toscana. Uomini, pesci, uccelli e natura costituiscono il centro intorno a cui le reti, i bettibelli, il giacchio, le nasse e gli attrezzi da pesca vengono raccontati e spiegati.
Ogni Venerdì, incontri sui temi della pesca, dell'ambiente, del territorio, del turismo, del cibo.
scadenza: 15 agosto 2015

La collezione


La collezione è composta da 1000 pezzi, in parte provenienti dalla donazione Lazzerini di  Venturina. Altre donazioni e prestiti provengono dalle aziende e da privati del nostro territorio.
guarda la collezione RADICO

Il materiale documentario d'epoca


Una collezione di foto d'epoca contestualizza il periodo mostrando le persone al lavoro, in casa e nelle feste o nelle riunione che nelle nostre campagne costituivano la base e l'origine della cultura popolare.
guarda le foto d'epoca

Mestieri antichi, artigiani attivi


Gli artigiani ancora viventi, depositari di conoscenze antiche, verranno ospitati regolarmente nell'auletta didattica del Museo per mostrane il lavoro, le competenze e raccoglierne le memorie. I nostri soci potranno così fruire di queste testimonianze e dei loro manufatti.
guarda i video

Le lezioni


Durante le visite scolastiche, periodicamente, o su esplicita richiesta, le associazioni Radici Contadine, e Ortipsani Onlus, organizzano dei corsi e delle conferenze sui temi realitivi alla civiltà contadina: dalle ricette della tradizione all'evoluzione dei metodi di lavorazione del terreno, all'uso del cavallo nella tradizione del lavoro animale ai temi specifici dell'orticoltura.
guarda il calendario degli eventi

Il museo del cibo


Tutto ruota intorno al cibo ed alla necessità di mantenere fertile il suolo di coltivazione: RADICO e Radici Contadine pone una particolare attenzione a queste tematiche proponendo al visitatore l'esposizione anche dei principali cibi delle nostre campagne. Una dettagliata esposizione di grani antichi inaugura questa sezione.

I libri, i filmati


Il materiale conservato al Museo, libri e video, può essere letto e visionato nella nostra saletta, prestato e, ove possibile, duplicato al fine di dare agli studenti ed agli appassionati uno strumento moderno di mantenimento ed acquisizione di competenze e memorie storiche.
guarda i video
Hai degli attrezzi, degli strumenti, degli oggetti da donarci o da prestarci?
Diventerai socio onorario: contatta Lucia Paoletti al 3497274045 l.paoletti@radico.it

Le degustazioni e le lezioni/aperitivo del venerdì


Tutti i venerdì una degustazione guidata di prodotti tipici e di vini del territorio concluderà una lezione, riservate ai soci, di temi legati al cibo, alla cucina, alle ricette ed ai prodotti della tradizione contadina pisana. guarda il calendario degli incontri

Dona il tuo


Se hai degli attrezzi che vuoi darci in "adozione" sia sotto forma di prestito che di donazione saremo lieti di garantirti una conservazione "ad hoc" e, ove possibile, un restauro conservativo che mantenga viva la tua memoria materiale.
Diventerai così socio onorario a vita, benvenuto in tutti i punti che la Rete delle Radici Contadine aprirà.
i vantaggi di essere socio
Siamo molto lieti di comunicare che da noi sono disponibili, in visione ed in vendita, le pubblicazione delle edizioni LEF. Da "Produrre i propri semi" che è una grande novità di Salvatore Ceccarelli a "L'economia dei contadini: il laboratorio dell'aia fondato sul riciclaggio completo". Scarica il catalogo.
Per i soci, il pagamento, se superiore a 10 euro, può essere dilazionato in tre mensilità.
Orario:
Dal Lunedì al Giovedì dalle 10:30 alle 17:00.
Venerdì dalle 10:30 alle 19:30.
Domenica dalle 10:00 alle 13:00.
Sabato, Festivi ed altre fascie orarie: apertura solo su
prenotazione soggetta a disponibilità del personale
Ingresso: gratuito per i soci diventa socio: ti conviene!
Biglietti:
Adulti: € 3   Studenti Univ.: € 2  Bambini fino a 12 anni: €1
Ciclisti: € 2 (chi ci raggiunge in bicicletta ha un piccolo sconto)
Gruppi e scolaresche da 20 persone fino ad un massimo di 40: € 50 euro totali prenotazione obbligaria.
In occasione di mostre temporanee il costo del biglietto può subire variazioni.
Telefono 349 7274045  email: info@radico.it (attendere conferma)
Prenotazione e contatti:
Collegamenti:
Strada: 5 km da Pisa, 2 km. Da San Giuliano
Terme, 5 km. Dalla Torre Pendente.

Autobus: "Vaibus" linea Pisa-Lucca via Ripafratta,
fermata Rigoli (guarda gli orari)

Treno: regionale Pisa-Lucca, stazione Rigoli
(orari su Trenitalia.com)
Progetto dell'Associazione Ortipisani Onlus
Hanno collaborato: Comitato civico di Venturina custode del Museo del Lavoro di Venturina, Azienda Agricola L'Ortofruttifero, CNR-ISE, Associazione Dimore Storiche Italiane delegazione Ville Pisane, Istituto IRTA - Leonardo, Comuni San Giuliano Terme, Campiglia Marittima, Vecchiano, Pisa, Provincia di Pisa, Camera di Commercio di Pisa
Finanziato da: Giuliano Meini, Lucia Paoletti, Famiglia Pacini, Az. Agr. L'Ortofruttifero, Sergio Seghettini, Francesca Bretzel
chiudi
Funzione ancora da implementare, mandaci nel frattempo una mail a info@radico.it
Appena implementata, ti terremo informato.
Data prevista: 30 Novembre 2013
Privo
di barriere architettoniche.
venerdì
21 marzo
ore 13:00
RADICO è un progetto di Radici Contadine e di Ortipisani Onlus Giuliano Meini 3396410863 g.meini@radico.it Lucia Paoletti 3497274045 l.paoletti@radico.it
Partecipa con la tua azienda agricola, il tuo Bed & Breakfast, la tua dimora antica.
Diventa un punto espositivo del network "RADICO"
testo da mostrare
iscriviti alla nostra mailing-list per le informazioni sulla nostra attività. chiudi
indirizzo email:
nome:
numero massimo di email al mese
vorrei che nelle email mi parlaste di..
chiudi
Funzione ancora da implementare, mandaci nel frattempo una mail a info@radico.it
Appena implementata, ti terremo informato.
Data prevista: 30 Novembre 2013
Questo sito usa cookies tecnici. La navigazione del sito ne autorizza l'uso.